NORME COMPORTAMENTALI PER GLI ALUNNI

1. ENTRATE IN RITARDO
– Gli alunni devono presentarsi a scuola puntuali e con tutto l’occorrente per le lezioni.
– Le eventuali entrate in ritardo devono essere eccezionali e giustificate da un genitore che ne
fa richiesta, tramite l’apposito libretto, almeno un giorno prima.
– Se il ritardo è dovuto ad eventi imprevedibili, l’alunno verrà accolto a scuola. La scuola informerà la famiglia. Entro il giorno successivo dovrà comunque essere presentata la giustificazione firmata dal genitore/tutore.
– Al terzo ritardo non giustificato preventivamente l’alunno non è ammesso alle lezioni e, se minore, attenderà un genitore o tutore, all’ingresso della scuola per essere riaccompagnato a casa.
– Per gli alunni maggiorenni che appartengono in stato di famiglia ad un nucleo famigliare in quanto non autonomi economicamente, alla registrazione della terza entrata in ritardo non giustificata preventivamente, verrà trasmessa, per informativa, lettera raccomandata personale e riservata ai genitori.

2. ASSENZE
– Le assenze devono sempre essere giustificate con l’apposito libretto.
– Il libretto con la giustificazione compilata e firmata va consegnato al rientro al Docente della prima ora di lezione che annota sul registro di classe la regolarizzazione e ne stacca ricevuta.
– La segreteria didattica segnala periodicamente il numero totale di ore di assenza.
– In applicazione delle norme relative alla validità dell’anno si segnala che un alunno è escluso (e quindi non promosso) se nell’anno ha fatto registrare un numero di ore di assenza superiore al 25% del monte annuo. Poiché le settimane di validità dell’a.s. sono 33 il monte ore massimo di assenze è il seguente:
classi prime, seconde, terze di tutti gli indirizzi 264 ore (il 25% di 33 settimane per 32 ore settimanali)
classi quarte agrario e quarte e quinte geometri 264 (idem)
classi quinte agrario 280 (25% di 33 settimane per 34 ore settimanali)
classi quarte e quinte IPSIA 247 (25% di 33 settimane per 30 ore settimanali)
Per assenze prolungate e continuative dovute a motivi di salute il consiglio di classe, come previsto dalle deroghe ministeriali, detrarrà tali periodi se certificati da medico o struttura ospedaliera – sanitaria.
– Qualora si prevedano assenze di più giorni dovute a gravi motivi famigliari, dovrà essere presentata richiesta preventiva di autorizzazione al Preside. Ovviamente in tal caso, al rientro, si presenterà la giustificazione sul libretto accompagnata dall’autorizzazione preventiva firmata dal Preside o da un suo delegato.
– In caso di assenze prolungate o ripetute o su segnalazione dei docenti della classe, la scuola opererà segnalazioni alle famiglie degli alunni.

3. USCITE ANTICIPATE
– Gli alunni possono richiedere di uscire in anticipo da scuola solo per gravi ed eccezionali motivi. Le richieste di uscita anticipata va presentata compilando il modulo apposito del libretto delle giustificazioni almeno un giorno prima.
– Gli alunni minorenni, per cui è stata data autorizzazione all’uscita anticipata, usciranno dalla scuola solo se all’ingresso della stessa è presente un genitore o un loro delegato riconosciuto come tale dagli operatori addetti alla vigilanza dell’istituto.
– Solo in caso di gravi ed improvvisi motivi possono essere autorizzate uscite anticipate nella giornata stessa ma solo se richieste personalmente dai genitori/tutori al Preside o ai suoi collaboratori/ referenti di corso.

4. USO DEL LIBRETTO DELLE GIUSTIFICAZIONI
– il libretto delle giustificazioni è personale di ogni alunno ed è valido solo se presenta il timbro della scuola, la firma del Preside e quella degli autorizzati alle giustificazioni.
– Non sono considerate valide le richieste che riportino come giustificazione diciture non chiare come “motivi personali” se le stesse non sono presentate esplicitamente, anche in forma telefonica, al Preside o a un responsabile di sede.
– In caso di smarrimento del libretto, dovrà esserne acquistato un duplicato, attraverso una richiesta in Segreteria didattica, versando un contributo di 5 euro. Per gli alunni minorenni, la richiesta deve essere fatta personalmente dal genitore/ tutore.
– Il libretto delle giustificazioni deve sempre essere portato a scuola, perché attraverso lo spazio delle comunicazioni i docenti possono dare notizie di provvedimenti disciplinari o richiami agli alunni e riportare le valutazioni delle prove di verifica. I genitori sono invitati ad apporre firma di presa visione del voto o comunicazione riportata.

5. INTERVALLI E CONSUMO DI BEVANDE E PASTI A SCUOLA
– I distributori automatici possono essere utilizzati solo ed esclusivamente durante gli intervalli.
– Poiché è sempre proibito mangiare e/o bere in classe e altrettanto vietato introdurre in classe bevande o cibi se non confezionati e tenuti in cartella o zaino.
– Nei giorni in cui è previsto il rientro pomeridiano gli alunni potranno usufruire di uno spazio per consumare i propri cibi. Gli alunni che al termine delle lezioni alle ore 14,00 escono dall’istituto non potranno rientrarvi che tra dieci e cinque minuti prima dell’inizio delle lezioni pomeridiane. Eventuali ritardi verranno trattati come indicato al punto 1. Chi decide di non uscire da scuola entro i primi cinque minuti dall’inizio dell’intervallo non potrà più richiedere l’uscita in quel giorno ma passerà l’intervallo nello spazio assegnato a scuola.

6. DIVIETI GENERALI
– L’alunno dovrà comportarsi in modo educato e responsabile in tutti i momenti della permanenza a scuola e dovrà evitare quegli atteggiamenti che possano mettere a rischio la sua sicurezza e quella degli altri. A tal fine si rammenta che è proibito:
a) affacciarsi e sporgersi dalle finestre,
b) correre per i corridoi o per le scale, spingersi, ecc.
c) entrare senza autorizzazione in qualunque laboratorio , magazzino o locale speciale della scuola,
d) entrare nelle aule destinate ad altre classi,
e) fumare all’interno della scuola
f) portare a scuola o nelle zone ad essa limitrofe alcolici o superalcolici o sostanze stupefacenti.
Chi non rispetta i divieti previsti ai punti a), b), c), d) sarà sottoposto ai provvedimenti previsti dal regolamento di disciplina della scuola
Chi non rispetta il punto e) subirà le sanzioni amministrative ( multe) previste dalla legge.
Chi verrà colto da personale della scuola nell’atto di mancare al divieto di cui al punto f) verrà immediatamente
denunciato alle autorità di Pubblica Sicurezza e sospeso con procedura d’urgenza dalla scuola in attesa delle sentenze definitive da parte degli organi di disciplina della scuola .
– L’alunno non potrà cambiare di posto nell’aula senza l’autorizzazione del docente perché è responsabile del suo banco, della sua sedia e dell’ambiente in cui opera.

7. DANNI
– L’alunno deve sempre ricordare che la scuola è di tutti e che deve rispettare tutto ciò che essa contiene e pertanto non deve né rovinarne né deturparne gli arredi o le strutture, pena il risarcimento del danno arrecato oltre l’applicazione delle sanzioni disciplinari previste dall’apposito regolamento.

8. USCITA DALL’AULA
– Dall’aula o dai laboratori si esce alla fine delle lezioni, accompagnati dall’insegnante, in ordine ed educatamente.
– L’uso dei bagni è consentito solo durante gli intervalli.
– Solo in casi eccezionali il Docente della classe può autorizzare l’uscita di non più di un alunno per volta, per recarsi in bagno.
– Se un alunno/a ha particolari problemi di salute che richiedono un utilizzo dei servizi igienici per più di una volta tra inizio lezioni ed intervalli dovrà essere segnalata al Preside tale necessità dalla famiglia.
– La richiesta di utilizzare i bagni durante le lezioni dovrà essere rivolta ai Docenti avendo cura di non arrecare disturbo o interruzione della lezione sia all’atto della richiesta sia nell’uscire ed entrare dalla classe.

9. USO DEI TELEFONI CELLULARI
– E’ vietato tenere accesi, anche senza suoneria, telefoni cellulari durante le lezioni e ovviamente è sanzionato a norma di regolamento di disciplina chi ne fa uso anche solo per inviare messaggi.

10. USO DI STRUMENTI ELETTRONICA DI REGISTRAZIONE
– E’ vietato utilizzare in classe strumenti elettronici di registrazione audio e/o video fatto salvo autorizzazione esplicita da parte del docente e limitatamente ai momenti di lezione frontale. E’ vietato riprendere e pubblicare su siti o social network immagini o scene registrate all’interno della scuola. La violazione di questa norma comporterà la segnalazione agli organi di polizia preposti e l’applicazione delle sanzioni previste dal regolamento di disciplina (allontanamento dalla comunità scolastica)

Biella, 18 settembre 2012.
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Cesare Molinari